Consulenza peritale

07.04.2018

Il Consulente tecnico di parte (Ctp) è l'esperto che presta la sua attività professionale nei confronti di una delle parti in causa nel corso di un procedimento giudiziario nei casi in cui il giudice abbia disposto accertamenti peritali di tipo psicologico per rispondere a determinati quesiti. Anche in assenza di nomina di un CTU da parte del giudice un soggetto in causa è libero di nominare comunque un proprio consulente tecnico da affiancare al proprio avvocato (Art. 223 c.p.p.).

Il Ctp assume un ruolo fondamentale, assistere il proprio cliente, sia prima dell'inizio della perizia (colloqui di conoscenza e  analisi degli atti di causa), che durante lo svolgimento delle attività peritali. Partecipa alle operazioni peritali e verifica la correttezza dell'operato del Consulente del Giudice. Può avanzare osservazioni e proposte e elaborare una relazione finale.

In ambito civile, sovente i consulenti tecnici di parte, sono chiamati a prestare la loro attività in casi di separazioni e divorzi (consensuali o extragiudiziali),  valutazioni delle competenze genitoriali, affidamento di minoremobbing, valutazione del danno biologico ed esistenziale.

E' proprio nell'ambito civile che svolgo principalmente la mia attività di consulente.